venerdì 23 giugno 2017

I nuovi rifugiati

di Almerindo Duranti



La condizione di rifugiato è definita dalla convenzione di Ginevra del 1951, un trattato delle Nazioni Unite firmato da 147 paesi. Nell’articolo 1 della convenzione si legge che il rifugiato è una persona che “temendo a ragione di essere perseguitato per motivi di razza, religione, nazionalità, appartenenza a un determinato gruppo sociale o opinioni politiche, si trova fuori del paese di cui ha la cittadinanza, e non può o non vuole, a causa di tale timore, avvalersi della protezione di tale paese”.

Il Grande Archietto e le creature di ragione  vogliano che mai abbia a succedere ciò che la vignetta prefigura.

giovedì 22 giugno 2017

Umberto Galimberti ospite a Perugia della Massoneria. E domenica un nuovo convegno con Massimo Agostini, Mauro Cascio, Domenico Fragata, Douglas Swannie



In un recente convegno a Perugia la Massoneria del Grande Oriente d'Italia ha voluto mandare l'ennesimo messaggio contro chi cerca di ghettizzare e schedare i fratelli massoni. Immediato il parallelismo con il film “La grande bellezza” di Sorrentino, quando il protagonista e giornalista di costume Jep Gambardella dice: “Finisce sempre così. Con la morte. Prima, però, c’è stata la vita, nascosta sotto il bla bla bla bla bla. È tutto sedimentato sotto il chiacchiericcio e il rumore. Il silenzio e il sentimento. L’emozione e la paura. Gli sparuti incostanti sprazzi di bellezza. E poi lo squallore disgraziato e l’uomo miserabile. Tutto sepolto dalla coperta dell’imbarazzo dello stare al mondo. Bla. Bla. Bla. Bla. Altrove, c’è l’altrove. Io non mi occupo dell’altrove. Dunque, che questo romanzo abbia inizio. In fondo, è solo un trucco. Sì, è solo un trucco“. Umberto Galimberti usa questo gancio per parlare di ‘tecnica’ che “non svela la verità, ma funziona e basta“; di ‘politica e di ‘etica’ (fino alla lettura che ne ha dato Max Weber), di cui però siamo sprovvisti. Di ‘morale’, ‘razionalità’ e ‘patrimonio simbolico perduto’. “L’uomo – ha detto il professore – ha anche dimensioni irrazionali, non ha in mano la tecnica. È la tecnica a possedere l’uomo. Se il denaro si moltiplica nelle mani di quest’uomo, esso si trasforma nello scopo, non più nel mezzo per vivere”.

Poi un messaggio per i più giovani: “si drogano, bevono, dormono fino a mezzogiorno, ma lo fanno per anestetizzarsi. Perché il futuro non è più una promessa per loro. La morale finisce nella tua capacità di attendere al nostro lavoro, con precisione. È inquietante non essere preparati alla trasformazione del mondo. Ancora di più, è inquietante che non abbiamo un pensiero che vada aldilà del calcolo economico. Non avendone uno alternativo, dobbiamo usare quello che abbiamo“..

Domenica intanto un nuovo convegno sulla Massoneria e sul suo patrimonio simbolico e tradizionale. Ne discuteranno Massimo Agostini, Mauro Cascio, Domenico Fragata, Michele Leone, Douglas Swannie... Alle 14.30 a San Fermo della Battaglia (CO) in Villa Imbonati  «La Via della Conoscenza», con il Patrocinio del Comune. 

mercoledì 21 giugno 2017

Intervista a Tiziano Busca



Il Clan Sinclair Italia è una Associazione Culturale che ha lo scopo di approfondire la ricerca, lo studio, la diffusione dei valori del templarismo. Varese Press ha intervistato Tiziano Busca, nel suo doppio ruolo di presidente del Clan e di Sommo Sacerdote del Gran Capitolo dell'Arco Reale del Rito di York.
«Il Clan Sinclair Italia è una Associazione Culturale che ha lo scopo di approfondire la ricerca, lo studio, la diffusione dei valori del templarismo originario che appartiene alla famiglia scozzese dei Sinclair e dei Rex Deus. Sino ad oggi l’unica sede – al pari di quella Italiana- era in Scozia a Wick. Il presidente del Clan Sinclair Italia è Tiziano Busca, Vice Presidente Massimo Agostini, Tesoriere Davide Bertola, Segretario Valentina Marelli. Ian Siclair è presidente onorario Lord Malcom Sinclair è Patron. Proprio in Scozia a partire da Robert Bruce in poi (1294) ogni sovrano fu Cavaliere Templare ed in quella terra si è rivelato l’importante scenario su cui si sono intrecciate le vicende di Rosslyn e la sua cappella, la famiglia Sinclair e l’Ordine Templare da cui sono promanate azioni di diffusione che hanno segnato una lettura culturale del templarismo fuori dagli schemi, a volte sensazionalistici, di una recente letteratura. La famiglia Sinclair pur rappresentando il centro di indubbie espressioni di importanza assoluta e testimoni di un passato straordinario, ha voluto segnare il forte legame con l’Italia permettendo la costituzione del Clan Sinclair».

Leggi l'intervista (Varese Press)



martedì 20 giugno 2017

Tempo di vaccinazioni

di Almerindo Duranti




Nei primi giorni di giugno viene approvato il decreto sulla vaccinazione obbligatoria che passano da 4 a 12. Dopo vent’anni, complice l’allarme per il riemergere di malattie che si ritenevano debellate come il morbillo, il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto che ripristina la vaccinazione obbligatoria da 0 a 16 anni. Nello stesso periodo stanno riemergerdendo  virulenze antimassoniche che consigliano, anzi rendono obbligatoria per tutta la comunità massonica compresa fra i 3 e i 7 anni una vaccinazione contro l'antimassonismo..

lunedì 19 giugno 2017

Tiziano Busca a Senigallia




Tiziano Busca sarà domani a Senigallia per presentare il libro «Rito di York. Storia e metastoria» (Tipheret - Gruppo Editoriale Bonanno). L’appuntamento è alle 18.00 presso il Caffè Zepplin, via Felice Cavallotti 18.